Washington (Usa), 22 ott. (LaPresse) – Gli Stati Uniti hanno subito una battuta d’arresto nella corsa con Cina e Russia per sviluppare armi ipersoniche. Il Pentagono ha rivelato che l’ultimo lancio è fallito. Il razzo utilizzato per accelerare il missile a velocità ipersonica si è guastato. Il Pentagono non è così stato in grado di testare il corpo planante ipersonico, che è il componente necessario per sviluppare un’arma ipersonica. I funzionari hanno avviato una revisione del test, che ha avuto luogo presso il Pacific Spaceport Complex di Kodiak, in Alaska, per comprendere la causa del guasto. Il Pentagono ha fatto dello sviluppo di armi ipersoniche una delle sue massime priorità, in particolare poiché Cina e Russia stanno lavorando per sviluppare le proprie versioni. Il fallimento odierno è un altro duro colpo per lo sforzo degli Stati Uniti dopo il test fallito ad aprile.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata