Milano, 22 ott. (LaPresse) – “Sono stato ricattato dieci giorni fa via email da qualcuno che mi chiedeva gli estremi della carta perché c’erano stati dei problemi con i miei dati Siae”. Lo rivela a LaPresse Al Bano in merito all’attacco hacker al sistema della Società italiana autori ed editori da cui sarebbero stati rubati oltre 60 giga di dati. “Non sono caduto nel tranello e ho fatto bene a non cedere al ricatto: con me non la scampano”, ha aggiunto, spiegando di aver ricevuto la richiesta via mail ma di non aver risposto ai ricattatori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata