Roma, 17 ott. (LaPresse) – “In data odierna ho rassegnato le dimissioni dal Clpt Trieste poiché è giusto che io mi assuma le mie responsabilità. Una di queste è la decisione di proseguire il presidio fino al 20 di ottobre”. Lo scrive su Facebook il portavoce del Coordinamento lavoratori Portuali Trieste, dopo le polemiche per il presidio prima revocato poi riattivato nel giro di pochi minuti. “La decisione – spiega – è soltanto mia, non è stata forzata da nessuno anzi non volevano accettarle ma io l’ ho preteso”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata