Perugia, 2 ott. (LaPresse) – È stata sottoposta a fermo la madre del piccolo di due anni morto ieri a Perugia, che lei stessa aveva all’ospedale a Città della Pieve (Perugia). La donna è stata fermata come persona indiziata di delitto, ed è stata quindi trasferita al carcere perugino. La decisione è stata disposta dal sostituto procuratore Manuela Comodi al termine dell’interrogatorio condotto nella notte. La donna, secondo quando emerge in questa fase, non avrebbe comunque confessato per il momento. Nella serata sono inoltre andati avanti le indagini e i rilievi da parte di carabinieri e scientifica, i quali hanno rinvenuto un passeggino e un coltello nei pressi di un capannone abbandonato, non distante dal supermercato dove è stato trovato il corpo del piccolo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata