Milano, 2 ott. (AWE/LaPresse) – “I giovani protestano, è importantissimo che lo facciano. E’ altrettanto importante che la protesta si trasformi in proposta”. Lo ha detto il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, ai microfoni di ‘Sabato anch’io’ su Rai Radio 1. “Greta ci ha detto: ‘Avete fatto poco, siamo tutti in ritardo’. Lo sapevamo e siamo tutti d’accordo. Vanessa ci ha detto: ‘I paesi vulnerabili stanno subendo un’ingiustizia indicibile perché sono i primi a pagare, dal punto di vista della vita e del comportamento sociale, gli effetti devastanti del cambiamento climatico’. Questi due messaggi sono quelli che ci hanno portato i giovani, hanno chiesto rappresenzanza negli organismi internazionali, rappresentanza nelle decisioni che riguardano il loro futuro”, ha continuato Cingolani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata