Milano, 1 ott. (LaPresse) – “Se eletto, procederò immediatamente con l’avvio del concorso per l’assunzione di 600 vigili della polizia locale e la reintroduzione del vigile di quartiere. La sicurezza è una priorità assoluta del nostro programma in quanto precondizione per vivere. In queste settimane ho parlato con tantissime persone in tutti i quartieri, persone che alla sera non escono di casa per paura di essere aggredite oppure per timore di trovarsi la casa occupata al loro ritorno. Esistono vere e proprie ‘zone franche’ dove regnano incontrastato spaccio di droga, bivacchi e degrado. Per superare questa criticità la nostra soluzione è quella di riportare i vigili in strada forniti di tutte le dotazioni tecnologiche necessarie per svolgere al meglio il loro lavoro”. Lo ha detto a LaPresse il candidato sindaco del centrodestra a Milano, Luca Bernardo, rispondendo alla domanda su quale sarebbe il suo primo atto, se venisse eletto a Palazzo Marino.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata