Milano, 1 ott. (LaPresse) – “Tutto dipende da quelli che sono i criteri di valutazione di quelli che vengono chiamati gli asset intangibili. Ritengo che se un marchio ha caratterizzato un’azienda che ha perso 3,5 miliardi a livello operativo in 11 anni, non riesco veramente a capire come faccia ad avere tutto questo valore”. E’ quanto ha detto il presidente esecutivo di ITA, Alfredo Altavilla, ai microfoni di Zapping, su Rai Radio 1. “Mi sarei aspettato un criterio di valutazione – ha aggiunto – più aderente alla performance dell’azienda. A quel punto saremmo stati decisamente interessati a partecipare. Vediamo come va l’asta: se si presenta qualcuno a 290 milioni, per quanto mi riguarda è tutto suo. Se poi si dovesse andare a successivi ribassi vedremo. Ma chiaramente sono anche molto contento del Piano B che stiamo costruendo”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata