Milano, 30 set. (LaPresse) – La Procura di Milano ha iscritto 4 persone nel registro degli indagati per l’incidente sul lavoro avvenuto due giorni fa all’Humanitas di Pieve Emanuele (Milano) nel quale sono morti 2 operai che avevano il compito di caricare una cisterna di azoto liquido. Lo confermano a LaPresse fonti investigative. A quanto si apprende, tre avvisi di garanzia sono stati notificati in mattinata, mentre il quarto, destinato ad una persona che lavora fuori Milano, è avvenuto nel pomeriggio. Si tratta di un atto dovuto per consentire alle quattro persone, tra cui figurano anche legali rappresentanti e amministratori delle aziende Sol e Autotrasporti Pe’ di Costa Volpino, di nominare i propri consulenti che potranno partecipare all’autopsia sul corpo dei due operai, disposta dalla Procura. Nel pomeriggio, inoltre, il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e il pm Paolo Filippini, titolari dell’indagine per omicidio colposo, faranno il punto sugli accertamento eseguiti finora insieme alla polizia giudiziaria.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata