Roma, 30 set. (LaPresse) – Sull’ex Ilva i sindacati di Fim-Cisl, Fiom-Cgil, e Uilm-Uil invieranno oggi “una nuova richiesta di incontro ai ministeri competenti: in caso di mancato riscontro in merito a una convocazione da tenersi entro la fine del mese di ottobre, che avvii una reale trattativa Fim, Fiom, Uilm si autoconvocheranno con presidio permanente presso il ministero dello Sviluppo economico per chiedere una discussione complessiva a partire dal Piano industriale e da quello ambientale, sulle scelte tecnologiche future che il gruppo intende adottare, il percorso di ricollocazione dei lavoratori in amministrazione straordinaria, chiarezza sulla gestione del mondo degli appalti, utilizzo di fondi per il potenziamento degli ammortizzatori sociali perché il piano possa essere realmente accompagnato da una tenuta sociale e non penalizzi ulteriormente i lavoratori”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata