Roma, 28 set. (LaPresse) – “”Dobbiamo accelerare, per l’obbligo morale che abbiamo verso voi tutti cittadini. E dobbiamo farlo per aiutare la ripresa economica di queste zone. Il terremoto del 2009 ha causato una perdita stimata in oltre 200 milioni di euro all’anno. L’11% circa del valore aggiunto complessivo dell’area, acui si sono aggiunti i danni della pandemia. Il tessuto sociale e produttivo dell’Abruzzo è rimasto vivo, vivo, nonostante le tragedie e le difficoltà e dobbiamo continuare a sostenerlo”.Così il presidente del Consiglio Mario Draghi a L’Aquila per partecipare alla cerimonia di inaugurazione del Parco della Memoria.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata