Roma, 26 set. (LaPresse) – “Penso che una sentenza vada rispettata. L’ho detto anche qualche mese fa, rispetto ad altri tipi sentenze che hanno assolto un sindaco (di Lodi, ndr) e anche in quel caso ho rispetto la sentenza e ho anche chiesto scusa al diretto interessato (Simone Uggetti, ndr) per le parole che avevo utilizzato”. Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ai microfoni di ‘Mezz’ora in più’, su Rai3. “Le sentenze si rispettano, punto. Altrimenti, se i poltici iniziano a commentarle, sostanzialmente andiamo a ingerire in un altro potere dello Stato”, aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata