Roma, 26 set. (LaPresse) – “Le parti sociali, in vari momenti della nostra storia, hanno sempre giocato un ruolo importante di responsabilità nazionale. L’Assemblea generale di Confindustria non la vedo come l’investitura di Draghi come loro leader e credo che nemmeno Bonomi sarebbe d’accordo con questa considerazione. In questo momento è molto importante sostenere il governo di un Paese che si appresta a fare il 6% di crescita e fa il record di export nel mondo, credo sia un ottimo segnale che le parti sociali, Confindustria, possano provare a costruire un Patto per il futuro dei prossimi 20 anni. Io sostengo pienamente l’idea del patto, deve più possibile inclusiva, ma non credo che il presidente Draghi abbia mai inteso che questo Patto potesse escludere qualcuno”. Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ai microfoni di ‘Mezz’ora in più’, su Rai3. (Segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata