Roma, 24 set. (LaPresse) – “Il ministro Renato Brunetta ha annunciato che dal 15 ottobre ci sarà il ritorno in presenza di tutta la Pubblica amministrazione, decretando così lo stop allo smart working che aveva annunciato da tempo. Come Movimento 5 stelle continuiamo a essere scettici sui reali benefici che questa decisone potrà avere per il futuro della nostra PA. Per noi questo metodo non va semplicemente ridotto, continuando a guardare al passato, ma regolamentato e migliorato, soprattutto nei settori che non necessitano di una presenza fissa in ufficio. Parliamo di un metodo, quello dello smart working, che ha finalmente permesso alla nostra Pubblica amministrazione di fare un significativo passo in avanti nella semplificazione e nella digitalizzazione, requisiti ormai necessari nel pubblico impiego, soprattutto in vista del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)”. Lo affermano le deputate e i deputati del Movimento 5 Stelle componenti della commissione Affari costituzionali della Camera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata