Roma, 24 set. (LaPresse) – “Sono risultati notevoli, ma la lotta contro l’HIV, la tubercolosi e la malaria non è finita. I progressi raggiunti nel corso degli anni sono ora a rischio. La pandemia da COVID-19 ha sopraffatto i sistemi sanitari, sottraendo risorse alle attività di contrasto a queste malattie. L’anno scorso, almeno un milione di persone non hanno ricevuto cure contro la tubercolosi. Il numero di test per l’HIV è sceso di uno sconcertante 20 %. I progressi contro la malaria si sono arrestati”. Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo all’evento virtuale sul ventennale del Global Fund co-organizzato da Italia e Global Fund, nell’ambito della settimana dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata