Roma, 23 set. (LaPresse) – “Soprattutto nell’atletica leggera abbiamo raggiunto risultati mai sperati, l’uomo più veloce del mondo è u italiano, Marcell Jacobs. A proposito io non volevo disturbarti durante la conferenza stampa, è stato Malagò, comunque sono soddisfatto di averti sentito”. Così il premier Mario Draghi salutando gli atleti olimpici e paraolimpici di Tokyo 2020.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata