Milano, 21 set. (LaPresse) – “Al momento del ritrovamento del cadavere non avevamo dati, solo un corpo sull’autostrada. Il primo riscontro lo abbiamo con l’autopsia fatta da uno specialista vero, incaricato dalla procura di Roma con le risorse anche della tecnologia, che ha descritto un quadro di morte frutto di torture per settimane e incompatibile con ipotesi banda rapinatori”. Lo ha detto Giuseppe Pignatone, ex procuratore di Roma, nel corso dell’audizione davanti alla Commissione di inchiesta parlamentare sulla morte di Giulio Regeni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata