New York (Usa), 21 set. (LaPresse/AP) – “Il successo di un Paese non deve significare il fallimento di un altro. Il mondo è abbastanza grande da accogliere lo sviluppo e il progresso comune di tutte le nazioni. Dobbiamo perseguire il dialogo e l’inclusione rispetto al confronto e all’esclusione”. Lo ha detto il presidente cinese, Xi Jinping, intervenendo all’Assemblea generale Onu con un discorso preregistrato. Senza menzionare gli Stati Uniti, Xi ha poi affermato che “l’intervento militare dall’esterno e la cosiddetta trasformazione democratica non comportano altro che danni”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata