Milano, 21 set. (LaPresse) – “Secondo le nostre proiezioni l’inflazione sarà colpita da fattori temporanei” e “vi sono potenziali rischi al rialzo” per cui “potrebbe raggiungere l’apice intorno a novembre a circa +3,5%”. Lo ha detto il vicepresidente della Bce Luis de Guindos, intervenendo a un evento online del Financial Times.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata