Roma, 19 set. (LaPresse) – “Quale responsabilità abbiamo e quale discernimento siamo chiamati a esercitare in questo tornante della storia, anche attraverso il voto, superando logiche clientelari e di scambio, evitando di guardare al proprio piccolo orticello e allargando lo sguardo al giardino dell’intera comunità cittadina”. A dare l’annuncio l’arcivescovo monsignor Domenico Battaglia durante la celebrazione eucaristica. “Napoli è una pagina di Vangelo e chi la sfoglierà custodendola e amministrandola – avvisa – dovrà farlo libero da ogni desiderio di potere e di dominio indossando il grembiule del servizio disinteressato, amorevole, gratuito, partendo dagli ultimi, dai più fragili, dai più marginali, invisibili, per arrivare a tutti senza lasciare indietro nessuno. Napoli è una pagina di Vangelo, una buona notizia e può esserlo non solo per se stessa ma per l’intero Meridione”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata