Milano, 19 set. (LaPresse) – “La tutrice e la famiglia Biran-Nirko intera chiede ai media di non pubblicare foto a viso scoperto del minore Eitan, per il bene della sua dignità e privacy”. Così in una nota i legali di Aya Biran-Nirko, la zia paterna del bimbo, unico sopravvissuto della strage del Mottarone dello scorso 23 maggio e portato in Israele lo scorso sabato dal nonno materno Shmuel Peleg. Sui media israeliani spesso compaiono foto del piccolo a viso scoperto dove è riconoscibile.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata