Milano, 18 set. (LaPresse) – “Ad oggi abbiamo circa 1.500 medici ancora non vaccinati. Ma non sono tutti dei no vax, attenzione. Almeno un 30% di questi si è già prenotato per ricevere la vaccinazione. La quota di no vax ‘duri e puri’ esiste ma è residua, parliamo di circa lo 0,1-0,2%. E l’assurdo è che non riusciamo a radiarli, neanche quelli che fanno propaganda contro i vaccini”. Così Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale dell’ordine dei medici (Fnomceo), in un’intervista all’Huffington Post. “Noi molti di questi medici proviamo anche a radiarli, ma loro fanno ricorso e la sanzione si sospende, non diventa mai effettiva”, spiega Anelli. A dover esaminare il ricorso e decidere sulla radiazione proposta dall’Ordine dei medici competente è la Commissione centrale per gli esercenti le professioni sanitarie, un organo di giurisdizione speciale istituito presso il ministero della Salute, i cui componenti vengono nominati con decreto del presidente del Consiglio dei ministri. “La Commissione è scaduta nel 2020”, sottolinea Anelli, “abbiamo provato a far pressioni su questo interpellando sia il ministro della Salute Speranza che quello della Giustizia Cartabia”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata