Roma, 18 set. (LaPresse) – La maggior parte dei casi notificati negli ultimi 30 giorni in Italia sono stati diagnosticati in persone non vaccinate. Si osserva una forte riduzione del rischio di infezione da virus Sars-Cov-2 nelle persone completamente vaccinate rispetto a quelle non vaccinate (77% per la diagnosi, 93% per l’ospedalizzazione, 96% per i ricoveri in terapia intensiva e per i decessi). E’ quanto si legge in un tweet dell’Iss che fa riferimento al report sull’andamento dell’epidemia in Italia pubblicato da Epicentro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata