Napoli, 17 set. (LaPresse) – Una batosta per il partito di Matteo Salvini, che sarà fuori dalla corsa elettorale per le amministrative di Napoli del 3 e 4 ottobre. Il Consiglio di Stato ha infatti bocciato il ricorso presentato dalla lista leghista, Prima Napoli, confermando così la decisione del Tar Campania. Il tribunale amministrativo regionale aveva rigettato il primo ricorso specificando: “Il problema della tardività della presentazione della lista e della mancanza della dichiarazione di collegamento, la mancata presentazione del contrassegno elettorale nella forma di legge è sufficiente a giustificare l’esclusione della lista, sia in quanto essa è espressamente prevista dall’art. 32 del Tuel, sia perché la presentazione del modello di contrassegno della lista (depositato a mano su supporto digitale o in triplice esemplare in forma cartacea) deve ritenersi essenziale, proprio al fine di consentire alla commissione elettorale circondariale di ricusare i contrassegni identici o che si possano confondere”. In sostanza la Lega non ha presentato il simbolo Prima Napoli nella documentazione, o almeno non nella forma prevista dalla legge. Motivo che già in passato per casi analoghi aveva portato il Consiglio di Stato a escludere dalla corsa elettorale una forza politica.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata