Parigi (Francia), 8 set. (LaPresse/AP) – E’ iniziato in un aula bunker costruita ad hoc all’interno di un tribunale del XIII secolo, in Francia, il processo contro 20 uomini accusati degli attacchi terroristici del 2015 a Parigi che hanno causato la morte di 130 persone e centinaia di feriti. Gli imputati sono stati condotti uno ad uno in una teca di vetro al lato dell’aula, circondati da ufficiali armati. L’unico sopravvissuto della cellula estremista di quella notte, Salah Abdeslam, è l’imputato chiave. Abdeslam è apparso con indosso abiti neri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata