Hong Kong, 8 set. (LaPresse/AP) – La polizia di Hong Kong ha arrestato oggi quattro leader del gruppo che ha organizzato le veglie di commemorazione annuali del massacro di piazza Tienanmen (4 giugno 1989) dopo essersi rifiutati di collaborare in un’indagine sulla sicurezza nazionale. Lo ha riferito la stessa Alleanza di Hong Kong in supporto dei movimenti democratici patriottici della Cina, che aveva apertamente sfidato l’applicazione di una legge sulla sicurezza nazionale risalente a 14 mesi fa, affermando che la polizia etichettava arbitrariamente le organizzazioni pro-democrazia come agenti stranieri. Fra gli arrestati, c’è Chow Hang-tung, vicepresidente dell’Alleanza di Hong Kong.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata