Roma, 7 set. (LaPresse) – “Il tema della Difesa Comune, oggetto delle recentissime autorevoli sollecitazioni del Presidente della Repubblica, è tornato centrale nella discussione politica europea, anche grazie all’azione propulsiva del nostro Paese. Iniziative concrete sono state avviate per promuovere una più forte integrazione nel settore, attraverso l’irrobustimento delle capacità, lo sviluppo di una più solida base industriale e l’adattamento dell’architettura istituzionale della Ue. Ma non basta: è necessario un salto di qualità, innanzitutto politico”. Così il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, durante l’informativa in Senato sulla crisi in Afghanistan. “Credo sia infatti ormai chiaro a tutti, e la crisi afgana ce lo dimostra plasticamente, che siamo chiamati ad assumerci responsabilità sempre maggiori, nel quadro di quella che, già oggi, si chiama non a caso Politica di Sicurezza e Difesa Comune e che attraverso la definizione della Bussola Strategica dovrà trovare finalmente una sua direzione, insieme concreta e coraggiosa”, aggiunge. (Segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata