Roma, 7 set. (LaPresse) – La Lega si asterrà sull’emendamento, il primo che sarà votato a scrutinio segreto, che prevede la soppressione dell’art.3 del decreto Green pass. Lo ha annunciato intervenendo nell’Aula della Camera il deputato della Lega Claudio Borghi. “Vogliamo cercare di procedere in un clima costruttivo – ha spiegato il parlamentare del Carroccio – Sono già stati ottenuti dei miglioramenti e altri suppongo siano in via di ottenimento attraverso odg mirati. In più invece di esautorare l’aula da questo sacrosanto dibattito il fatto di arrivare a un dialogo e a compromessi reciproci è quello che un Parlamento dovrebbe fare, invece che muro contro muro e schieramenti ideologici. Non voglio pensare che il parere contrario del Governo non possa cambiare perché altrimenti sarebbe inutile questo dibattito.. Noi ci aspettiamo che su alcune cose il Governo cambi idea. Sarebbe offensivo in questo clima chiudere la porta, confidiamo che il Governo accoglierà alcune modifiche di buonsenso che ci sono negli emendamenti presentati dai colleghi”, ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata