Roma, 7 set. (LaPresse) – La nomina di un premier che rientra nella lista dei terroristi dell’Onu e del ministro dell’Interno ricercato dall’Fbi “non sono buoni segnali alla comunità internazionale, anzi sono pessimi segnali”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a ‘In Onda’ su La7.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata