Milano, 5 set. (LaPresse) – “Uno dei doveri dell’oggi è quello di ampliare la base di coloro che partecipano alla conoscenza, di renderla completa, senza esclusioni. Anche perché è inaccettabile il divario che vi è di percentuale di laureati tra il nostro Paese e la media dell’Unione europea”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Pavia, nel 660esimo anno della fondazione. “Questa esigenza va sottolineata con maggiore convinzione oggi dopo quello che abbiamo attraversato in questo anno e mezzo di pandemia e i debiti che abbiamo nei confronti della scienza e della ricerca. Questa condizione sottolinea il dovere di sorreggerla non soltanto in momenti di emergenza, ma in qualunque tempo, circostanza e condizione”, ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata