Washington (Usa), 5 set. (LaPresse/AP) – Il rappresentante repubblicano del Texas Michael McCaul ha riferito che all’aeroporto di Mazar-e-Sharif, in Afghanistan, ci sono sei aeroplani con a bordo cittadini americani, insieme ai loro interpreti afghani, e che i talebani li stanno “tenendo in ostaggio” impedendogli di partire. Un lavoratore dell’aeroporto ha confermato che diversi aerei che ritiene siano stati noleggiati dagli Stati Uniti sono parcheggiati nello scalo. I talebani hanno impedito loro di partire, dicendo che volevano controllare i documenti delle persone a bordo, molte delle quali non hanno passaporto o visto. Il funzionario aeroportuale ha parlato a condizione di anonimato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata