Tokyo (Giappone), 3 set. (LaPresse/AP) – Il primo ministro giapponese, Yoshihide Suga, ha annunciato che non si candiderà alla guida del partito di governo alla fine di settembre, aprendo la strada a un nuovo leader giapponese dopo appena un anno in carica. Suga ha spiegato ai giornalisti che aveva originariamente pianificato di partecipare alla corsa del 29 settembre per guidare il Partito Liberal Democratico, ma che guidare la risposta alla pandemia del Giappone e la campagna per il lavoro Ldp allo stesso tempo ha diviso le sue energie. “Ho deciso di non candidarmi alle elezioni per la leadership del partito, perché vorrei concentrarmi sulle misure per il coronavirus”, ha detto Suga. Che ha affrontato critiche per una risposta al Coronavirus considerata troppo lenta e non adeguata, oltre che per aver concesso di far svolgere le Olimpiadi nonostante le preoccupazioni per la salute pubblica. Ma il premier ha replicato spiegando di aver investito tutte le sue energie in importanti scelte politiche, inclusa la risposta al virus.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata