Roma, 2 set. (LaPresse) – “I dati provvisori ottenuti e le misure effettuate in campo non hanno evidenziato fino al momento particolari criticità. Infatti le misure in campo hanno mostrato una normale presenza di ossigeno disciolto e le analisi chimiche e microbiologiche non si discostano in modo significativo dai dati generalmente riscontrati durante le attività di monitoraggio del fiume. In particolare i parametri: ammoniaca non ionizzata, cianuri, e anche il carico di materiale organico appaiono sostanzialmente nella norma”. Così l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (Arpa) nelle conclusioni provvisorie contenute nella relazione sui primi esiti dei campionamenti effettuati nelle acque del Fiume Tevere a seguito dell’accumularsi delle carcasse di pesci morti in alcuni tratti del corso d’acqua. (segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata