Pechino (Cina), 2 set. (LaPresse/AP) – L’inviato speciale Usa per il clima John Kerry ha affermato che l’apertura di nuove centrali elettriche a carbone sia all’interno della Cina che da parte di società cinesi all’estero potrebbe far fallire gli sforzi per fermare l’aumento delle temperature globali ed è “controintuitiva e controproducente”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata