Roma, 1 set. (LaPresse) – “Terza dose? Sicuramente è un richiamo che aumenta il livello di immunità, dobbiamo capire se diventa indispensabile o meno. La terza dose oggi è indicata principalmente per i fragili, dove il livello immunologico è più compromesso. Per gli altri aspettiamo, guardiamo gli studi”. Così a LaPresse Filippo Anelli, presidente della Fnomceo, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri) “Dall’andamento epidemiologico sembra che il vaccino tenga molto bene, e la risposta che attendevamo c’è stata. Dobbiamo proteggere il più possibile per evitare cresca il numero dei morti, l’invito è fare le due dosi. Ma al momento la vaccinazione tiene con una lievissima riduzione di efficacia nel tempo”, ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata