Kabul (Afghanistan), 1 set. (LaPresse/AP) – Un alto funzionario delle Nazioni Unite ha avvertito che il cibo in Afghanistan potrebbe esaurirsi questo mese. La crisi alimentare rischia di aggiungersi alle sfide che dovranno affrontare i talebani, tornati alla guida del Paese. Ramiz Alakbarov ha riferito che circa un terzo della popolazione del Paese che conta 38 milioni di abitanti, si trova ad affrontare livelli di “emergenza” o “crisi” di insicurezza alimentare. Con l’arrivo dell’inverno e una grave siccità in corso, sono necessari più soldi per sfamare la popolazione. Alakbarov ha affermato che il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite ha portato cibo e lo ha distribuito a decine di migliaia di persone nelle ultime settimane. Ma dei 1,3 miliardi di dollari necessari per gli aiuti, solo il 39% è stato ricevuto. “Senza ulteriori finanziamenti, le scorte di cibo si esauriranno alla fine di settembre”, ha avvertito Alakbarov.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata