Roma, 31 ago. (LaPresse/AP) – Il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres ha espresso “grave preoccupazione per l’aggravarsi della crisi umanitaria in Afghanistan” nel primo giorno di governo dei talebani dopo il ritiro delle ultime forze statunitensi dall’Afghanistan. Guterres ha parlato dell’incombere di una “catastrofe umanitaria”: 18 milioni di afghani hanno bisogno di aiuti per sopravvivere, uno su tre non sa da dove verrà il prossimo pasto, si prevede che oltre la metà di tutti i bambini sotto i 5 anni diventino “gravemente malnutriti” nel prossimo anno, e ogni giorno le persone perderanno l’accesso a beni e servizi di base. “Con una grave siccità e con condizioni invernali rigide all’orizzonte, cibo, riparo e forniture sanitarie extra devono essere urgentemente trasferiti nel Paese”, ha affermato Guterres.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata