Roma, 31 ago. (LaPresse) – Amin-ul-Haq, uno dei principali leader di al-Qaeda in Afghanistan, è tornato nella sua provincia natale di Nangarhar dopo che questa è caduta sotto il controllo dei talebani. Lo riportano i media internazionali. Amin-ul-Haq era uno stretto collaboratore dell’ex capo di al-Qaeda Osama bin Laden, ucciso dalle forze statunitensi ad Abbottabad in Pakistan nel 2011 ed è stato il suo responsabile della sicurezza a Tora Bora.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata