Genova, 30 ago. (LaPresse )- “Un’aggressione verbale che non è diventata fisica solo perché è intervenuta la polizia. Negli ultimi 2 o 3 giorni la situazione è diventata insostenibile. Ricevo anche chiamate a vuoto e minacce sul cellulare, mi hanno craccato il numero di telefono mettendolo su gruppi Telegram. Bisogna intervenire finché è possibile, io lo dico da 4 mesi che non si può interpretare il movimento No vax come movimento di singoli. È un movimento sovversivo. Lo Stato, la magistratura, devono prendere una posizione forte”. Così a LaPresse Matteo Bassetti infettivologo genovese e direttore della clinica di malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova aggredito verbalmente e minacciato ieri pomeriggio sotto casa nel quartiere di Albaro a Genova da un uomo di 48 anni che lo ha inseguito e ripreso con il telefonino. “Ci ucciderete tutti con i vaccini. Ve la faremo pagare”, diceva l’uomo alla vista del quale i passanti hanno chiamato la polizia. Sul posto anche gli uomini della Digos. L’uomo è stato denunciato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata