Milano, 28 ago. (LaPresse) – “Le vie d’uscita terrestri sono aperte. Quindi, si può viaggiare con relativa calma”. Lo ha detto l’ambasciatore Stefano Pontecorvo, rappresentante civile della Nato in Afghanistan, che ha guidato il coordinamento dell’evacuazione all’aeroporto di Kabul, atterrato questa mattina a Roma Fiumicino con l’ultimo volo del ponte umanitario. “Sento dire di qatarini e turchi che potrebbero aprire l’aeroporto. Con le apparecchiature giuste, in una settimana l’aeroporto riprende semmai dovesse smettere di operare”, ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata