Roma, 26 ago. (LaPresse) – “Fino ad ora sono state fatte più parole che fatti. Siamo felici che la scuola inizi in presenza, lo chiediamo dall’anno scorso, ma il timore che si cominci al 100% per poi arrivare al bis della didattica a distanza resta”. Lo dice a LaPresse, Luca Iannilli, rappresentante della Rete studenti Medi nel Lazio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata