Roma, 24 ago. (LaPresse) – “Non vogliamo nessuna guerra o battaglia, cerchiamo di parlare con il Panshir, di incontrarli e risolvere i problemi. Chiediamo loro di convivere con noi da fratelli, non c’è pericolo per voi, è il vostro Paese. Abbiamo obiettivi comuni e vita comune, viviamola insieme”. Lo ha detto il portavoce degli studenti coranici Zabihullah Mujahid in conferenza stampa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata