Milano, 24 ago. (LaPresse) – “La Figc è pronta a scendere in campo, offrendo la propria disponibilità ad accogliere, presso il Centro tecnico federale di Coverciano, calciatrici e calciatori che dovessero ottenere rifugio nel nostro Paese”. Lo ha detto Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio, raccogliendo l’appello del quotidiano Tuttosport “in favore delle calciatrici afghane la cui vita oggi è messa in pericolo per il solo fatto di voler praticare lo sport più bello del mondo”. “Il precipitare della situazione in Afghanistan è sotto gli occhi di tutti. Anche nel mondo del calcio siamo comprensibilmente scossi e preoccupati, ma la frustrazione per la manifesta impotenza dei primi giorni deve lasciare il posto alla ferma volontà di intervento per provare a porre rimedio almeno alle situazioni più gravi”, ha sottolineato il numero 1 di via Allegri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata