Milano, 18 ago. (LaPresse) – Avrebbe inneggiato sul web e tramite i suoi profili social alla formazione di un califfato islamico e alla jihad. Per questo i carabinieri del Ros e del Comando Provinciale di Chieti, coadiuvati dall’Ufficio Immigrazione della locale questura, hanno dato esecuzione al decreto di espulsione, nei confronti di un 31enne pakistano, residente in città da circa 3 anni e impiegato in un lavaggio auto, in quanto ritenuto socialmente pericoloso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata