Torino, 17 ago. (LaPresse) – Dai primi accertamenti diretti effettuati dall’Enac per verificare se le compagnie si sono adeguate alle disposizioni regolamentari dell’Autorità a tutela dei disabili e dei minori, è risultato che Ryanair non ha ancora provveduto ad adeguare i sistemi informatici ed operativi per garantire di non far pagare il supplemento al costo del biglietto aereo per l’assegnazione di posti vicini agli accompagnatori di minori e disabili. Lo comunica Enac in una nota, annunciando che è pronta la procedura a firma del Direttore Generale Alessio Quaranta per irrogare al vettore inadempiente una sanzione di 35.000 euro. L’Enac, inoltre, sta valutando se presentare un esposto alla Procura della Repubblica per inosservanza da parte di Ryanair degli ordini giudiziari, in base a quanto disposto dall’articolo 650 del codice penale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata