Dandong (Cina), 11 ago. (LaPresse/AP) – Un tribunale cinese ha condannato il canadese Michael Spavor a 11 anni di carcere con l’accusa di spionaggio per il caso legato a Huawei. Spavor è stato detenuto insieme a un altro canadese in Cina in quella che i critici hanno etichettato come ‘politica degli ostaggi’ dopo l’arresto del colosso delle Tlc cinese del 2018 Meng Wanzhou in relazione a possibili violazioni delle sanzioni commerciali contro l’Iran.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata