Roma, 4 ago. (LaPresse) – “Su Jacobs è stato fatto un ottimo lavoro dalla sua mental coach, ha avuto un incidenza sulla prestazione dell’atleta del 30%, il 70% è invece dovuta ad un sostanziale cambiamento tecnico del ragazzo”. Così a LaPresse il professor Daniele Popolizio, mental coach di atleti e sportivi, con oltre 50 ‘vittorie’ internazionali e oltre 200 titoli italiani di varie discipline sportive, presidente del Gruppo Cenpis (associazione scientifica multi-disciplinare di psicologia).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata