Cagliari, 1 ago. (LaPresse) – “Non si può pretendere che il singolo negoziante, il singolo commerciante o ristoratore, vada a fare da controllore per sostituirsi allo Stato o alle regioni. Quello che serviva, era che chi è positivo non potesse in alcun modo salire su aerei, treni o navi, perché da un lato mettiamo restrizioni ai pubblici esercizi e dall’altro permettiamo che chiunque possa arrivare”. Lo dice a LaPresse il presidente della regione Sardegna, Christian Solinas. Che, rispetto all’attuale situazione di ripresa dei contagi in Sardegna sottolinea che “è una situazione con delle diversità sostanziali rispetto alle precedenti ondate. Le contromisure adottate, dalla vaccinazione di massa ai controlli, hanno arginato fino a un certo punto l’aumento dei contagi: ma quello che sarebbe servito, e che io ho chiesto da tempo – ribadisce Solinas – era un controllo diverso sugli spostamenti”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata