Roma, 31 lug. (LaPresse) – “A partire da fine giugno l’incidenza nei maschi di età compresa fra i 10 ed i 39 anni, risulta essere sempre maggiore rispetto a quella osservata nelle femmine. Verosimilmente tale andamento può essere dovuto a cambiamenti comportamentali transitori (es. feste e assembramenti per gli Europei di calcio EURO 2020)”. E’ quanto si legge nell’ultimo report di aggiornamento ‘Epidemia Covid-19’ dell’Istituto superiore di sanità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata