Hong Kong, 30 lug. (LaPresse/AP) – Il manifestante pro democrazia di Hong Kong, Tong Ying-kit, è stato condannato a 9 anni di carcere, nell’ambito della nuova legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechino. Tong è stato condannato per incitamento alla secessione e al terrorismo per aver travolto un gruppo di agenti di polizia con la propria moto durante un raduno del 1 luglio 2020. Si tratta del primo caso di applicazione della nuova legge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata