Tokyo, 29 lug. (LaPresse) – “Non vorrei essere nei panni di Simon Biles. Un’atleta è facile che passi dei momenti del genere, specie per una campionessa del suo calibro avere tutti gli occhi del mondo addosso non è facile”. Lo dice a LaPresse la pugile azzurra Irma Testa in merito alla situazione che coinvolge la stella della ginnastica americana. Biles al momento non è ancora scesa in pedana a causa di problemi di tipo psicologico. “Provo invidia per quello che ha fatto, che sta facendo e che farà. Sicuramente tornerà più forte di prima”, aggiunge. “Se ho mai avuto problemi simili? Quando ci sono dei momenti duri e di sconforto penso al mio obiettivo e quello che so che posso fare”, conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata